Gli studenti del Barsanti e Matteucci pellegrini per un giorno.

Le classi terze del Liceo scientifico cittadino si sono recate a Lucca per conoscere i simboli e le simbologie della via Francigena e più in generale il significato di viaggio nel suo insieme.  Dunque gli alunni, accompagnati dai loro insegnanti e dall’archeologo Francesco Niccoli, hanno riscoperto l’antica via di pellegrinaggio e di fede che attraversa il nostro territorio. Hanno potuto imparare così a capirne l’importanza, non solo come via di collegamento tra luoghi diversi e lontani e Roma, la meta finale, ma anche come occasione di scambio di conoscenza e di cultura tra persone, i pellegrini provenienti da tutta Europa, e la città di Lucca.

“La lezione itinerante – spiegano i docenti – ha fatto da coronamento al percorso già iniziato in classe e ha avuto come punto di incontro e di partenza la Cattedrale di San Martino che custodisce da secoli al suo interno il Volto Santo di Lucca e dopo aver spiegato il labirinto, simbolo importante di pellegrinaggio, e individuato i santi protettori dei pellegrini hanno proseguito il cammino con l’ausilio di una pianta della città alla ricerca e riscoperta dei numerosi ospedali, antichi ricoveri ormai dimenticati. Ma non finisce qua, infatti – continuano i docenti – gli alunni hanno potuto comprendere il viaggio anche nel presente grazie ai laboratori organizzati da Caritas e Missionari durante la settimana dell’Educazione».

«È stata una bella esperienza – raccontano gli studenti – abbiamo imparato tante cose nuove, ma soprattutto e finalmente siamo riusciti a stare tutti insieme in un contesto diverso da quello scolastico. È stata la prima uscita didattica dopo tre anni di Covid».

Le classi partecipanti sono state la 3A, 3B, 3C, 3D e 3H.